MILANO – 30 ottobre 2021 – RESTAURO CONSERVATIVO DEI DIPINTI MURALI NELLE CHIESE ARMENE, VII, X-XIII SECOLO

Milano-Piazza Velasca 4 MM Missori – III piano tel.:  0039 3402101174

 e-mail: mekitar@libero.it – facebook: Casa Armena – Hay Dun

     CASA ARMENA

HAY DUN

Sabato 30 Ottobre

alle h. 18.00

RESTAURO CONSERVATIVO DEI DIPINTI MURALI NELLE CHIESE ARMENE, VII, X-XIII SECOLO

Presentazione dei volumi:

The restoration of wallpaintings

in several armenian churches of first christian ages

a cura di Ara Zarian e Christine Lamoureux

prefazione di Patrick Donabedian

e

Haghbat

Restauro conservativo dei dipinti murali

del X.X.XIII della chiesa del Santo Segno 976 – 991

a cura di Ara Zarian e Christine Lamoureux

prefazione di Syranoush Manoukian

L’architetto Arà Zarian e la restauratrice Christine Lamoureux,

relatori della serata, ci illustreranno il loro lavoro

Importante:

Per partecipare all’evento è richiesta la prenotazione poichè il numero di posti è limitato

 per ottemperare alle regole anti covid 19 che prevede 1 metro di distanza tra le persone.

Ricordiamo inoltre che per accedere ai locali è necessario esibire il green pass ed indossare la mascherina.

Per prenotare inviare una e-mail alla segreteria:

mekitar@libero.it

MILANO – 4 dicembre 2021 – PetrosyanMania, Gold Edition a Milano

 

Sabato 4 Dicembre 2021 all’Allianz Cloud di Milano potrete di nuovo assistere ad un evento targato PetrosyanMania. Dopo due anni di stop, l’edizione Gold Edition vedrà protagonista, per l’unico match in Italia per il 2021. Giorgio ‘The Doctor’ Petrosyan difenderà il titolo mondiale ISKA contro il campione Russo Sayfullakh Khambakhadov.

Cos’è PetrosyanMania

PetrosyanMania è il gala internazionale di sport da combattimento ideato ed organizzato dai fratelli Petrosyan: Giorgio e Armen. Atleti di altissimo livello di origine armena che hanno dato vita a questo show già diventato un cult nel settore.

PetrosyanMania, info biglietti

Tantissimi i campioni impegnati nell’evento tra cui la regina italiana Martine Michieletto, Mattia Faraoni, Jordan Valdinocci, Mirko Flumeri, Ahora Akopyan e tantissimi altri nomi. I biglietti disponibili su Clappit.com e Petrosyanmania.com. Sarà possibile assistere all’evento in streaming su Eleven Sports e in pay per view su LiveNow.

Chi è Giorgio Petrosyan

Un lavavetri, un campione. Un profugo, un cittadino. Un armeno, un italiano. Ieri, oggi. Giorgio Petrosyan, leggenda della kickboxing è semplicemente il più forte al mondo. Sette titoli mondiali – come racconta Vanity Fair – e la certezza di avercela fatta, la serenità nel voltarsi indietro per ripercorrere il cammino percorso, gli ostacoli, i sogni. Scappato a 13 anni dall’Armenia con la famiglia, fuggito dalla guerra, oltre la morte, con il carico di disperazione che hanno gli ultimi, nascosto in un camion.

Arrivato in Italia, Milano perché lì giocava il suo idolo Ronaldo il Fenomeno, poi Gorizia. Da clandestino. Da sognatore, cresciuto guardando i film di Van Damme. La rabbia dentro, il ring. I primi combattimenti, una disciplina che in Italia oggi vanta un milione e settecentomila praticanti grazie (anche) a lui, «Fighter», guerriero per la naturale inclinazione di chi parte da molto lontano per arrivare vicino all’idea più bella che ha di se stesso. Per Giorgio in primo incontro a 16 anni, solo 2 sconfitte. Le mani al centro di tutto. Mani dure, solcate da tagli, sopravvissute a dieci operazioni. Mani che trovano nella Kickboxing la loro massima espressione. “Della nostra fuga dall’Armenia ricordo il freddo, la fame, i problemi con la lingua”, racconta.

Il dottore

La fede di certi padri. Quello di Giorgio: “Mio figlio è speciale, diventerà il numero uno”, disse quando Giorgio si era messo in testa che la kickboxing sarebbe stata la sua fortuna. Quando i figli danno ragione ai padri è sempre una bella storia da raccontare. Nel 2014 Giorgio ha ottenuto la cittadinanza italiana per meriti sportivi, grazie all’allora presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Lo chiamano il «Dottore», per la precisione dei colpi. Nella vita e sul ring si combatte spesso contro un passato che non vuole andarsene, quello di Petrosyan non è più una ferita, ma un motivo d’orgoglio. Un proverbio della sua terra recita: “Non arrenderti, perché rischieresti di farlo un minuto prima di essere felice”.

Ora Giorgio, da qualche anno, porta in scena la Kickboxing, la sua vita, il suo sogno, i suoi pugni, la sua ambizione. L’appuntamento per il “PetrosyanMania Gold Edition” sabato 4 Dicembre 2021 all’Allianz Cloud di Milano.

MILANO – 26 settembre 2021 – Festa dell’Indipendenza a Casa Armena

Milano-Piazza Velasca 4 MM Missori – III piano tel.:  0039 3402101174

 e-mail: mekitar@libero.it – facebook: Casa Armena – Hay Dun

CASA ARMENA

HADUN

Domenica 26 settembre 

alle 18.00

Festa dell’ Indipendenza

e

Apertura Anno sociale 2021 – 2022

Con la presenza di S.E. Tsovinar Hambardzumyan

Saluto di Marina Mavian, Presidente di Casa Armena – Hay Dun

Inno nazionale armeno eseguito dalla pianista

Tatevik Hairapetyan

Discorso di S.E.  Tsovinar Hambardzumyan, Ambasciatore della Repubblica d’Armenia in Italia

Breve allocuzione di Pietro Kuciukian, Console onorario della Repubblica d’Armenia in Italia

Intervento di P. Tirayr Hakobyan, Responsabile per la Chiesa Armena Apostolica d’Italia

Esecuzioni di alcuni brani di musica armena

Pianista Tatevik Hairapetyan

 Danze , N. Tigranian

Preludio, E. Abramian

Notturno, M. Yekmalian

Toccata, A. Khachaturian

Importante:

 Per partecipare all’evento è richiesta la prenotazione poichè il numero di posti è limitato per ottemperare alle regole anti covid 19 che prevede 1 metro di distanza tra le persone. Ricordiamo inoltre che per accedere ai locali è necessario esibire il green pass ed indossare la mascherina.

Per prenotare inviare una e-mail alla segreteria:

mekitar@libero.it

PORDENONELEGGE – 17 settembre 2021 – “Killing Orders” alla Festa del Libro con gli Autori

Il Genocidio Armeno è stato riconosciuto come realtà storica dal Papa, dall’Unione europea e pochi mesi fa anche dall’America di Joe Biden, eppure in Turchia viene ancora negato, e se un cittadino turco osa parlarne rischia il carcere. Taner Akçam è uno storico turco a cui è stata inflitta una condanna a dieci anni di carcere per i suoi scritti, che riguardavano, fra l’altro, anche il Genocidio Armeno. Fuggito in Germania, ora ha una cattedra alla Clark University negli Stati Uniti. Fra gli eventi internazionali di Pordenonelegge il 17 settembre alle ore 15,30 Taner Akçam, in dialogo con Antonia Arslan, presenterà il suo libro “Killing Orders” (Guerini e Associati, 2020), un volume denso di documenti inediti che aggiungono prove a prove.

In “Killing Orders” vengono tradotti per la prima volta in lingua italiana i telegrammi di Talat Pasha, l’architetto turco del Genocidio. Akçam restituisce con precisione al lettore, passo dopo passo, istruzione dopo istruzione, le varie fasi di preparazione, innesco e attuazione dello sterminio pianificato di un milione e mezzo di armeni, per la maggior parte donne e bambini.

Pordenonelegge, Festa del Libro con gli Autori, è in programma con la sua 22a edizione dal 15 al 19 settembre. L’autore presenterà il libro il 17 settembre 2021 alle ore 15,30 presso lo Spazio San Giorgio, in dialogo con la scrittrice Antonia Arslan. Info e dettagli pordenonelegge.it

MILANO – 14 settembre 2021 – DIRE LA VERITÀ: Lo scrittore Armin T. Wegner e il genocidio armeno

DIRE LA VERITÀ:

Lo scrittore Armin T. Wegner e il genocidio armeno
organizzato da
AGBU Europe, Lepsiushaus, EUJS, Phiren Amenca
in collaborazione con
AGBU Milan e Casa della CulturaQuesto evento è organizzato nell’ambito del progetto europeo
“Ideas & their Consequences: Genocide and International Justice after 1919”,
con il sostegno del programma Europa per i Cittadini dell’Unione Europea
Conversazione conJohanna Wernicke-Rothmayer, Mischa Wegner e Marcello Flores

Modera:
Pietro Kuciukian

scarica la locandina

 


(rif. 3369)

RAVENNA – 26 giugno 2021 – Il suono dell’antica Armenia reinventato per il XXI secolo

Il suono dell’antica Armenia reinventato per il XXI secolo

Ravenna – 26 Giu 2021
Ore 21.30

Il suono dell’antica Armenia reinventato per il XXI secolo

Dove

Rocca Brancaleone – via Rocca Brancaleone 48 – Ravenna
Tel. 0544 249244
www.ravennafestival.org
tickets@ravennafestival.org

Descrizione

The Nagash Ensemble, gruppo di voci e strumenti tipici (dhol, oud, duduk oltre al pianoforte), interpreta i brani che il suo fondatore John Nodian ha composto ispirandosi ad antichi poemi armeni.

Concerto del Ravenna Festival.

redazione Ravenna eventi

Dettagli

Posto unico numerato
€ 20

Vai al sito

On Line – 23 giugno 2021 – Armeni illustri nel panorama scientifico italiano

CASA ARMENA

HADUN

 

Mercoledì 23 alle h. 20.45

Evento on-line

Armeni illustri nel panorama scientifico italiano

Giacomo Ciamician, chimico

1857 – 1922

Michele Dicran Sirinian, ingegnere aerospaziale

1923 – 2003

Intervengono alla serata:

Prof. Emerito Vincenzo Balzani, fotochimico,  Alma Mater Studiorum – Università di Bologna

 “Giacomo Ciamician: Uno scienziato oltre i confini del suo tempo”

Dott.ssa Yeghis Keheyan, prima ricercatrice presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche,

del Dipartimento Chimico – Sapienza Università di Roma

 “Giacomo Ciamician: Un Grande Armeno. Passato, presente e futuro”

Prof. Luca dell’ Amico, docente di Catalisi Sostenibile – Università degli Studi di Padova,

vincitore della medaglia “Giacomo Ciamician” (Società Chimica Italiana, divisione di Chimica Organica)

“Giacomo Ciamician: Il Chimico ed il Professore”

Prof.ssa Anna Sirinian, docente di Lingua e letteratura armena, Alma Mater Studiorum – Università di Bologna

 “Da Costantinopoli a Roma via Milano. Cenni biografici di Michele Dicran Sirinian (1923-2003)”

Prof. Paolo Teofilatto, docente di Meccanica del Volo, Preside della Scuola di Ingegneria Aerospaziale

– Sapienza Università di Roma

“L’eredità scientifica del Prof. Sirinian” 

Per la registrazione scrivete una e-mail a: res.armeniaca@gmail.com 
mercoledì 23 mattina riceverete il link per partecipare all’ evento

On Line – 15 giugno 2021 – Presentazione libro Pallottole e Petrolio

PALLOTTOLE E PETROLIO di Emanuele Aliprandi

 Il conflitto del Nagorno Karabakh (Artsakh) e la nuova guerra che ha infiammato il Caucaso.

I rischi per l’Italia e il fattore energetico. Exit strategy mancate e ipotesi per un futuro di pace

Presentazione su Zoom

MARTEDI’ 15 GIUGNO ore 18,15

Partecipano:

TsovinarHambardzumyan, amb. Armenia in Italia

Armineh Alexanian,  vice ministro Esteri dell’Artsakh in collegamento da Stepanakert

Fabio Massimo Castaldo,  vice presidente Parlamento europeo

Modera:

Robert Attarian

Posti limitati su piattaforma Zoom. Per prenotare collegamento inviare una mail a email@comunitaarmena.it con oggetto: prenotazione link PALLOTTOLE E PETROLIO