AGOSTO 2019 – Venezia – Corso estivo intensivo di Lingua e Cultura Armena

COMUNICATO STAMPA
CORSO ESTIVO INTENSIVO DI LINGUA E CULTURA ARMENA Agosto 2019

Il corso estivo intensivo di Lingua e Cultura Armena, promosso dall’Associazione culturale Padus-Araxes, in collaborazione con lo “Studium Generale Marcianum” di Venezia, si svolgerà dal 1 agosto al 17 agosto; gli esami avranno luogo il 17 agosto. ARRIVI: 31 luglio; PARTENZE: 18 e 19 agosto.
Le domande di partecipazione devono essere indirizzate PERSONALMENTE e PER ISCRITTO, indicando un NUMERO DI TELEFONO e un indirizzo di POSTA ELETTRONICA. Il modulo da compilare si può scaricare dal sito: www.padus-araxes.com/SummerCourse/ApplicationForm. I candidati DEVONO essere maggiorenni.
Il corso è suddiviso in quattro livelli: dai principianti assoluti ai progrediti. Le lezioni si svolgono al mattino, dal lunedì al sabato, per cinque ore di frequenza giornaliera. LA FREQUENZA è obbligatoria. Le lezioni si svolgeranno nell’edificio principale del Seminario Patriarcale di Venezia: https://www.seminariovenezia.it/cms/galleria/ilseminario/
Alle lezioni si affiancano varie iniziative culturali e ricreative (a partecipazione libera e incluse nel costo del corso): visita guidata al monastero mechitarista di San Lazzaro e visita guidata all’antico quartiere armeno di Venezia; partecipazione alla S. Messa in rito armeno nella chiesa della S. Croce e alla S. Messa in occasione della Festa dell’Assunta e della Benedizione dell’uva nella chiesa dell’Abbazia mechitarista di San Lazzaro; conferenze di ambito armenistico tenute da docenti universitari e specialisti della materia. Saranno anche offerti, con accesso libero e in orario pomeridiano, CORSI di DUDUK, DANZA ARMENA.
ISCRIZIONE AL CORSO: 850 € o l’equivalente in altre valute (65 ore di corso, attività culturali e ricreative, materiale didattico, sostegno extradidattico, esame e attestato finale). Di questa somma 600 € DEVONO ESSERE VERSATI IN ANTICIPO COME CAPARRA, entro 8 giorni dopo aver ricevuto la mail di accettazione, ENTRO IL 15 MARZO (entro il 15 giugno, acconto di 700 €). Il saldo DOVRA’ ESSERE VERSATO PRIMA DELL’ARRIVO CON BONIFICO BANCARIO oppure IL GIORNO DELL’ARRIVO IN CONTANTI, pena di non poter accedere all’alloggio né di partecipare al corso. La somma versata NON SARA’ RESTITUITA per nessun motivo. Viene applicata una riduzione del 10% a coloro che hanno già seguito il corso, per almeno due estati e con esito positivo all’esame finale, oltre che ai loro parenti prossimi (genitori, fratelli, marito, moglie). Si prega di contattare la segreteria per le coordinate bancarie dell’Associazione (segreteria@padus-araxes.com). Eventuali commissioni bancarie saranno completamente a carico del partecipante.
COSTO SOGGIORNO (dal 31 luglio al 19 agosto): 1050 € per stanza singola (AC, WI-FI, bagno privato, asciugacapelli, lenzuola e asciugamani, tassa di soggiorno);
900 € in mini-appartamento per 2, a persona (AC, WI-FI, bagno privato, angolo cottura in camera, frigorifero, asciugacapelli, tassa di soggiorno).
Non sono possibili conteggi giornalieri durante questo periodo. Coloro che desiderano arrivare prima o partire dopo le date fissate, devono provvedere personalmente a trovarsi una stanza per quei giorni. La tassa di soggiorno è obbligatoria per legge dal 2011.
NON INCLUSI: pasti giornalieri (circa 10/15 euro per un pasto completo; i mini appartamenti a due letti dispongono di una cucina dotata di tutte le comodità e gli accessori; almeno quattro pasti saranno offerti dall’Associazione, includendo le tre serate allegre a buffet e il pranzo all’isola di San Lazzaro per la Festa dell’Assunta e della Benedizione dell’Uva) + Carta Unica (obbligatoria per usufruire dei servizi di trasporto ad un prezzo ridotto, cioè 1,50 a corsa oppure circa 50 euro per abbonamento mensile).
COSTO TOTALE (CORSO + ALLOGGIO): per camera singola 850 + 1050 = 1900 euro; per camera doppia (miniappartamento): 850 + 900 = 1750 euro.

BORSE DI STUDIO: l’Associazione mette a disposizione un numero limitato di borse di studio, parziali o totali, su decisione del comitato scientifico e direttivo del Corso. Si prega di inviare entro il 28 febbraio 2019 le candidature con CV, lettera di motivazione e lettera di presentazione all’att. del Direttore: zkybhs@gmail.com e del Vicedirettore: benedettacon@gmail.com. In alternativa, si prega di valutare di inviare richiesta di sostegno finanziario alla Fondazione Calouste Gulbenkian, la quale mette a disposizione delle borse di studio per il Corso (https://gulbenkian.pt/en/grants-gulbenkian/).
Per qualsiasi INFORMAZIONE, inviate un’e-mail a: segreteria@padus-araxes.com, in cc: benedettacon@gmail.com. Nei casi urgenti, potete chiamare il lunedì e giovedì mattina, dalle 10.30 alle 13.00 il cellulare n° + 39.329.3529206 e nei giorni di martedì, mercoledì e venerdì, alla sera, dalle 20.00 alle 22.00 oppure il cellulare n° + 39.349.0986027 (Benedetta). In caso di assenza, lasciate un messaggio in segreteria o un contatto via WhatsApp, indicando il nome e un numero di telefono.

Non siamo responsabili per eventuali errori di stamp

Pellegrinaggio in Armenia – Accompagnato da Don Riccardo Pane

“Ancora vi dico, che in questa Grande Ermenia è l’Arca di Noè, in su una grande montagna negli confini di mezzodì inverso lo levante, presso al reame che si chiama Mosul, che sono cristiani…” Marco Polo

Per chi vuole conoscere meglio l’Armenia, le sue origini e la sua storia, proponiamo un itinerario di viaggio indimenticabile alla scoperta del popolo vissuto ai piedi dell’Ararat, il monte dove secondo la tradizione biblica si fermò l’arca di Noè dopo il diluvio.
Avrete la possibilità di visitare regioni dalle forti e antiche tradizioni e di conoscere il culto armeno ortodosso, in quello che fu il primo Stato ad adottare il cristianesimo come religione ufficiale, nel 301 d.C. Esploreremo i principali monasteri del paese, il sito megalitico di Stonehenge, e Yerevan, la metropoli moderna che conserva ancora tracce del suo antico passato.

Il viaggio da martedì, 20 agosto 2019 a mercoledì, 28 agosto 2019
durata  9 giorni/8 notti 
quota € 1260
partenza da Bologna, minimo 20 partecipanti

Per ulteriori info e tutti i dettagli Clicca QUI

 

 

 

Novità in libreria: Il Menu della Festa. Oltre 200 ricette per un anno di feste in Italia e in giro per il mondo (con ricette anche armene)

Il menu della festa. Oltre 200 ricette per un anno di feste in Italia e in giro per il mondo di Pietro Semino

Accomunare gusto, tradizione e innovazione è un’arte. Questo è il libro per chi vuole trasformare la propria cucina in un laboratorio delle meraviglie Talvolta trovare l’idea giusta per accogliere al meglio e stupire i nostri ospiti non è facile, che si tratti di una cena tra amici o del pranzo di Natale, di un romantico incontro a due o di un estivo pranzo di Ferragosto… Quale specialità proporre? Come abbinare i piatti? Per un menu indimenticabile in cui ritrovare le tradizioni amate ma anche il gusto della scoperta, questo libro vi accompagnerà in giro per l’Italia e poi in un viaggio intorno al mondo, con le ricette tipiche delle feste sapientemente riabbinate e i migliori piatti e migliori ingredienti da nord a sud dell’equatore, dal cocktail di benvenuto (mai trascurare di prepararlo!), alle portate principali, cuore del nostro stare insieme, al dessert, per chiudere con classe il menu. Per divertirsi in cucina, sperimentare, sorprendere i nostri ospiti e trasformare ogni cena in una festa.

 

        

AUGURI DI BUON ANNO

Novità Editoriale: Il numero di dicembre di Venezia Arti, parla dell’arte Armena

Abstract

Venezia Arti è la rivista annuale di storia della arti del Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, soggetta a blind peer review e realizzata sia in stampa che in digitale (open access) dalle Edizioni Ca’ Foscari. Fondata nel 1987 da Giuseppe Mazzariol e Wladimiro Dorigo come bollettino dell’allora Dipartimento di Storia e critica delle arti, dopo quasi trent’anni ha mantenuto e consolidato il suo ruolo raccogliendo un vasto consenso nel mondo scientifico internazionale. La rivista viene distribuita a oltre 100 istituzioni italiane e straniere. Venezia Arti è aperta a studiosi di tutti i settori delle arti e incoraggia una visione di tipo interdisciplinare, capace di documentare con sistematicità critica avvenimenti e problemi nella cultura artistica. Fra i propri autori annovera accademici e studiosi, nonché dirigenti e professionisti del settore museale e altre organizzazioni culturali.

Vai al sito      Scarica il PDF

Armenia, Caucaso e Asia Centrale Ricerche 2018, a cura di Aldo Ferrari e Carlo Frappi, Edizioni Ca’ Foscari di Venezia

 

Si segnala la pubblicazione  del volume  Armenia, Caucaso e Asia Centrale Ricerche 2018, a cura di Aldo Ferrari e Carlo Frappi, Edizioni Ca’ Foscari di Venezia, scaricabile tramite il seguente link: http://edizionicafoscari.unive.it/it/edizioni/libri/978-88-6969-280-2/
Il volume comprende tre pubblicazioni armenistiche:
1) Stephanie Pambakian, Tradition and Innovation in the Cosmology of Anania Širakac‘i 
2) Paolo Lucca,  Ricezione e riuso della tradizione esopica e tardo-antica nella favolistica armena medievale 
3) Federico Alpi, Le lezioni della crisi: elementi di continuità nell’istruzione in Armenia fra XI e XIV secolo
Abstract

Questo nuovo volume della serie «Eurasiatica. Quaderni di Studi su Balcani, Anatolia, Iran, Caucaso e Asia Centrale» delle Edizioni Ca’ Foscari di Venezia raccoglie diversi articoli dedicati all’Armenia, al Caucaso e all’Asia Centrale. Il volume rispecchia alcune delle principali linee di ricerca portate avanti in questi ultimi anni dagli studiosi italiani e internazionali. Ne fanno pertanto parte articoli di carattere filologico, storico, economico e politico che affrontano numerosi temi di rilievo per la conoscenza di queste regioni, caratterizzate tanto da una tradizione culturale di grande ricchezza quanto da una crescente rilevanza nello scenario politico contemporaneo.

PADOVA -dal 26 novembre al 2 dicembre – III Edizione del Dessaran festival: settimana della cultura armena

Padova la III Edizione del Dessaran festival: settimana della cultura armena
(da lunedì 26 novembre a domenica 2 dicembre).
Le manifestazioni inizieranno 
LUNEDì 26 NOVEMBRE 
presso il Piccolo teatro Don Bosco, 
Via Asolo 2 (zona Paltana), Padova 
alle ore 21.00 
con lo spettacolo teatrale 
“UNA BESTIA SULLA LUNA”
(allestito in collaborazione con 
il CTB, Centro teatrale bresciano)
 

DESSARAN FESTIVAL

settimana della cultura armena

III EDIZIONE

 

Padova, 26 novembre – 2 dicembre 2018

________________________________________________________

 

Lunedì 26 novembre 2018 – ore 21

Piccolo Teatro Don Bosco – via Asolo, 2

UNA BESTIA SULLA LUNA

in collaborazione con CTB Centro Teatrale Bresciano, Fondazione Teatro Due Parma

 

di Richard Kalinoski
con Elisabetta Pozzi
e con Fulvio Pepe, Alberto Mancioppi e Luigi Bignone
traduzione di Beppe Chierici – scene Matteo Patrucco – luci e video Cesare Agoni – costumi Ilaria Ariemme – musiche Daniele D’Angelo
regia di Andrea Chiodi

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti, prenotazione obbligatoria alla mail dessaran@nairionlus.org

 

 

Martedì 27 novembre – ore 18

Museo della Padova Ebraica, Palazzo Antico Ghetto – via Delle Piazze, 26

TRA SOTTOMISSIONE E RESISTENZE.

CONGIUNZIONE FRA ARMENI ED EBREI IN ORIENTE

Ad accompagnare gli ascoltatori Antonia Arslan e Vittorio Robiati Bendaud

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti, prenotazione obbligatoria alla mail dessaran@nairionlus.org

 

Mercoledì 28 novembre – ore 21

Auditorium Centro Culturale Altinate San Gaetano – via Altinate, 71

DA ISMENE A JOLE: VIAGGI CHE DURANO UNA VITA

Con Antonia Arslan e Matteo Righetto

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti, prenotazione obbligatoria alla mail dessaran@nairionlus.org

 

Giovedì 29 novembre – ore 18

Sala dei Giganti, Palazzo Liviano – piazza Capitaniato, 7

UN CANTO ANTICO DALL’ARMENIA

Con Anais Rebecca Heghoyan e Kristina Arakelyan

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti, prenotazione obbligatoria alla mail dessaran@nairionlus.org

 

Venerdì 30 dicembre – ore 18

Caffè Pedrocchi, Sala Rossini – via VIII Febbraio, 15

UN VIAGGIO TRA I PROFUMI E I SAPORI NELLE TERRE DI NAIRI

Con Antonia Arslan e Anna Maria Pellegrino

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti, prenotazione obbligatoria alla mail dessaran@nairionlus.org

 

Sabato 1 dicembre – ore 17.30

Musei Civici agli Eremitani, Sala del Romanino – piazza Eremitani, 8

L’ARTE DELLA CALLIGRAFIA ARMENA: IL PASSATO E IL PRESENTE

Antonia Arslan presenta Ruben Malayan

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti, prenotazione obbligatoria alla mail dessaran@nairionlus.org

 

Domenica 2 dicembre – ore 20.45

Multisala MPX Sala Petrarca – via Bonporti, 22

PROIEZIONE DEL FILM HOTEL GAGARIN DI SIMONE SPADA

Biglietto speciale Euro 5,00 in occasione del Dessaran Festival

 
N.B. 
Le PRENOTAZIONI per tutti gli eventi del Dessaran festival  saranno accolte a partire 
DAL 12 NOVEMBRE al seguente indirizzo di posta elettronica: 
 

“La bellezza sia con te” il nuovo libro di Antonia Arslan in libreria dal 20 novembre

“Nel cuore dell’uomo la speranza è come una fiammella: e uno dei più grandi peccati contro lo spirito avviene proprio quando viene cancellata o spenta. Ci vuole molto coraggio per cercare sempre di vedere il bicchiere mezzo pieno, per osare la ricerca del cane che salva l’uomo e non di quello che lo azzanna.”È questo l’augurio di Antonia Arslan: che la fiammella della speranza non si spenga mai. In tempi troppo spesso bui, la segreta bellezza dell’altro è la sola fonte di salvezza, l’unica luce che possa liberarci dalle tenebre dell’intolleranza. E così non esiste crescita interiore senza condivisione, non c’è cammino senza incontro, non c’è amore per il Paese senza memoria delle origini.Lo sa bene la testimone diretta dello scambio tra popoli: lei che attendeva nella sua casa di Padova i parenti sparsi e divisi dalla diaspora, davanti ai quali spalancava gli occhi incuriosita dai racconti dei cibi armeni e dei colori vivaci delle miniature. O sempre lei che scopriva che il nonno Yerwant aveva dato ai suoi figli quattro nomi armeni ciascuno, nonostante avesse compreso che l’antica patria era perduta per sempre e avesse deciso di dedicarsi a quella nuova con inesauribile energia.Dopo esili e diaspore, partenze e abbandoni che hanno segnato indelebilmente il destino di Oriente e Occidente, navigare verso la tregua è l’unica direzione accettabile; e proprio attraverso queste pagine che narrano di meravigliosi mondi lontani, ancora una volta la scrittrice della Masseria delle allodole ci conduce verso l’intimo equilibrio degli affetti e la scoperta dell’altro.